34th, Happy b-day to Me… a week later

Ciao a tutti,

so che sono un po desaparecida in questi ultimi giorni, ma ahimé è per cause di forza maggiore. Presto tornerò e tornerò più carica e ancor più focalizzata sull’obiettivo.

Questo post, come potete facilmente intuire dal titolo, riguarda il mio compleanno.

Ebbene sì… questi TRENTAQUATTRO ANNI sono arrivati. E devo ammettere che sono stati meno traumatici dei 33. Chissà perché!

Vorrei condividere con voi una semplice considerazione. Una di quelle su cui non ci soffermiamo mai:

Come dicevo, la scorsa settimana è stato il mio compleanno ma quest’anno non ho festeggiato, con nessuno e in alcuna maniera… è successo per scelta, perché alcuni di voi sapranno che a brevissimo e se tutto andrà bene – sicuramente!- mi laureerò (e qui come sottofondo partono le trombe, i tamburi e pure le sirene) cosa che mi sta assorbendo tutto  il tempo che mi rimane quando non sono a lavoro. E poi a livello di umore non sto proprio al top (ma questo è un altro discorso!).

E dunque non ho festeggiato. Ma durante quella giornata mi sono sentita molto coccolata dalla maggior parte delle persone che mi circondano. E questo non è per niente scontato…

Prima di tutto una mia collega e amica, la mattina mi ha accolta al bar sotto all’ufficio  con una bella rosa, e già così mi ha aperto il cuore ❤

I colleghi del lavoro, poi, mi hanno fatto una sorpresa che mi ha fatto estremamente piacere: a parte un regalo utilissimo per il quale sono molto grata (un graditissimo buono per acquistare su Zalando 🙂 ), lo hanno accompagnato con un biglietto troppo tenero…

20170316_113042

…e soprattutto con dei PALLONCINI colorati. Ora non vorrei sembrare un’idiota o una patetica (o entrambe le cose insieme), però credo che nessuno mi regalasse palloncini almeno almeno da ventott’anni, e la sensazione è stata… BELLA! Non ho una parola più adatta. Perché semplicemente, nella semplicità di 6 palloncini colorati, sono stata felice e ho pensato “Vedi, ci vuole così poco!”

E poi la sera, dulcis in fundo, dopo il lavoro e prima di rientrare a casa, sono andata al mio solito centro estetico di fiducia (sì proprio quello in cui fanno miracoli), e lì i “miei angeli” mi hanno accolta con una torta, una candelina e una bottiglia di prosecco… eh beh… questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso… a questo davvero non ho saputo resistere, e quindi mi sono commossa, perché va bene tutto, vanno bene i fiori, i palloncini, i pensieri di auguri, i regalini, i cioccolatini (senza glutine eh!), ecc ecc… ma arrivare dall’estetista per un trattamento estetico e uscirne con una torta in mano, oltre ad essere buffo e far un po ridere, fa anche piangere, di gioia… perché capisci che in generale, nel quotidiano, tanto amore è intorno a noi, solo che andiamo troppo di fretta per accorgercene ed apprezzarlo. Purtroppo!

Fortuna che esistono i compleanni… momenti in cui chi ti circonda magari tende a mostrare di più, e tu sei più recettivo nel vedere la meraviglia che ti sta intorno, quanto siano speciali e quanto ti possano “considerare”….

Dovremmo ricordarcelo sempre, e camminare con gli occhi e l’anima più aperti. Scopriamoci, guardiamo, doniamo, ringraziamo e soprattutto, amiamo!

Giuro che non sono un’hippie… però, cavolo quanto c’avevano ragione.

PEACE&LOVE guys!! 😉

20170316_202810

 

 

P.S. ho fatto una foto ricordo dell’ensemble!

 

Elena, una curvy!

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: